Io, non vedente, mi accetto e ho trovato la gioia più profonda


Sul Corriere della Sera in occasione della giornata internazionale della disabilità.

Ogni persona si avvicina alla felicità nel momento in cui impara a volersi bene, al di là della propria condizione. E’ come ci approcciamo alla vita che la rende facile o difficile. Imparando ad accettarsi arrivano sulla propria strada tante occasioni che altrimenti potrebbero andare perse.

D. Cassioli

Storia precedente "Sono nato cieco ma cerco l'adrenalina"
Questo è la storia più recente