Io, non vedente, mi accetto e ho trovato la gioia più profonda


Sul Corriere della Sera in occasione della giornata internazionale della disabilità.

Ogni persona si avvicina alla felicità nel momento in cui impara a volersi bene, al di là della propria condizione. E’ come ci approcciamo alla vita che la rende facile o difficile. Imparando ad accettarsi arrivano sulla propria strada tante occasioni che altrimenti potrebbero andare perse.

D. Cassioli

Storia precedente "Sono nato cieco ma cerco l'adrenalina"
Storia successiva In uscita il nuovo libro!